Condannato a 18 anni il mostro di Pozzuoli: bruciò viva la fidanzata incinta

173422593-bf870ff8-5fff-46ba-a542-82de924b1b1fÈ stato condannato a 18 anni di carcere Paolo Pietropaolo, l’uomo che lo scorso primo febbraio, a Pozzuoli, diede fuoco all’ex fidanzata Carla Caiazzo; la donna era all’ottavo mese di gravidanza e diede alla luce una bimba con parto cesareo.

È stata ricoverata a lungo in condizioni disperate. Il gup Egle Pilla è dunque andata oltre la richiesta dei pm Raffaello Falcone e Clelia Mancuso. L’imputato era presente alla lettura della sentenza, come pure i suoi familiari e i giornalisti: nonostante si trattasse di un rito abbreviato, e dunque a porte chiuse, il giudice ha autorizzato la presenza del pubblico al momento della lettura del dispositivo.

La madre dell’imputato, Pia, è scoppiata in lacrime. Condannato anche all’interdizione perpetua dai pubblici uffici e al risarcimento di 300.000 nei confronti di Carla. Sospesa anche la potestà genitoriale. Il pm Falcone: «Le sentenze non si commentano. Ci auguriamo solo che ora lei e al sua bimba abbiano ora una vita più serena».

Il Corriere della Sera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.