09.11.1989 – La caduta del Muro di Berlino: un sogno chiamato libertà

1989-11-11-caduta-muro-berlinoCaro venticinquenne, per te oggi è una domenica come le altre, noiosa e interminabile…per la storia, no…25 anni fa cadeva il Muro di Berlino, ed insieme ad esso la cortina di ferro che per quasi cinquant’anni ha diviso l’Europa e il mondo. Diviso in due blocchi contra posti, si pensava che da un lato ci fosse la libertà e dall’altro la dittatura, il terrore e la mancanza di ogni dritto civile.

Si, era cosi, ma visto oggi, alla luce dei fatti non tutto era bianco o nero…comunque quei popoli dell’est Europa 25 anni fa si sono ribellati e hanno detto no alla dittatura; questa ribellione è culminata con la caduta, del muro di Berlino…sembrava la fine di ogni male, e per la mia generazione una vittoria infinita.

Il mondo poteva diventare giusto, libero e l’Europa un baluardo di pace e democrazia, un luogo dal futuro sicuro in un mondo, si immaginava, migliore per te…non è stato cosi, e la tua generazione non ha visto nulla delle nostre speranze, al contrario, finite le ideologie, per voi è rimasto solo la televisione, il consumismo e il nulla.

10624772_785717278159764_6541921857347208668_nIl mondo è andato in tutt’altra direzione tenendo te e noi fuori da ogni decisione. Un brutto mondo…ma se tu guardi come la città di Berlino festeggia questo giorno forse un un barlume di speranza c’è…perché nonostante tutto sta a te riprenderti il mondo, i sui sogni e la consapevolezza di potercela fare…ti auguro tanta forza ed energia, è obbligatorio, non c’è altra via!

Lucia Cornelia Pop

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.